Este2018-07-02T07:53:40+00:00

Este

Este è situata nella parte meridionale dei Colli Euganei; si trova il Museo Nazionale Atestino, ubicato all’interno del Palazzo Mocenigo,  sede cinquecentesca, che fu costruito alla fine del XVI secolo dai patrizi veneziani Mocenigo lungo il canale Sirone. Nel 1785, a causa di un incendio fu distrutta l’ala sud – est. Attualmente sono conservati reperti preromani, romani di Este, del  territorio e infine dei veneti antichi. All’interno del Museo si trova anche una Biblioteca specialistica con 4400 volumi circa. Il Museo è composto da undici sale che sono visibili al pubblico, ai servizi e le risorse messe a disposizione dal museo.

L’adiacente Castello dei Carraresi  è uno dei più importanti beni storici, architettonici, artistici, militari di Padova. L’antico edificio sorge sull’ area che un tempo ospitava il Castello costruito da Ezzelino da Romano dove nel Duecento i poeti, trovatori si riunivano alla corte di Azzo VI D’Este. Con l’avvenuta dei Carraresi, per volere di Umbertino da Carrara  che fece  ricostruire il Castello e cha attualmente ne conserva la cinta muraria merlata  lunga circa un chilometro, intervallata da dodici torri che in origine erano quattordici. Attualmente il Castello è  adibito a parco pubblico con scorci scenografici e un panorama sui Colli Euganei.

La vicina Chiesa di Santa Tecla è il più antico e importante luogo di culto cristiano di Este: fu fondata probabilmente nel IV-V secolo d.C. sui resti di un edificio pagano. Fu la prima chiesa dedicata a Santa Tecla vergine e martire originaria dell’ Anatolia. Nel corso dei secoli ha subito varie ricostruzioni e nel medioevo la struttura fu progressivamente ingrandita arrivando a cinque navate.  Fra il 1583 e il 1592 su commissione dell’ arciprete Francesco Antonio Fracanzani  e progettato da Vincenzo Scamozzi la facciata venne ricostruita verso il nuovo centro  che si era creato attorno alla piazzette e alla Piazza Maggiore. All’ interno della chiesa sono conservati i resti della principessa Beatrice D’Este, seconda patrona della città e venerata subito dopo la morte. Attualmente la struttura è in stile barocco con all’interno opere d’arte tra cui  due opere settecenteschi: la pala di Tiepolo e la composizione scultorea dei Corradini.

Le Targhe Letterarie di Este