Torreglia2018-07-02T08:32:17+00:00

Torreglia

In località Luvigliano si può visitare una imponente villa veneta chiamata Villa dei Vescovi. La villa fu progettata nel XVI secolo dall’ architetto veronese Giovanni Maria Falconetto che ne seguì i lavori fino alla morte avvenuta nel  1535, e completata da Andrea da Valle  il quale fu  suo allievo. La Villa rimase proprietà dei vescovi patavini fino al 1962, successivamente venne comprata da Vittorio e Giuliana Olcese che la restaurarono, la riabilitarono. Dal 2005 la villa fa parte del Fondo Ambientale Italiano donata da Vittorio Olcese. Dal 2011 la villa è aperta al pubblico.

Di particolare suggestione, l’Eremo di Santa Maria Annunziata è situato sulla cima il Monte Rua. La chiesa, come risulta  da documenti storici, fu costruita da due eremiti appartenenti alla comunità di S. Mattia di Murano che ottennero il permesso a realizzarla dal vescovo di Padova.  La chiesa dedicata alla Madonna è visitabile. Attualmente l’ eremo è abitato da frati Camaldolesi in clausura.

A Torreglia sulla cima dell’omonima collina, si erge il Castelletto un complesso di edifici che si trovano  nella contrada di Vallorto, uno dei più antichi borghi di Torreglia. Il Castelletto è un antico fortilizio simbolo dell’ incastellamento dei Colli Euganei; è nato come luogo difensivo, poi si trasformò in dimora gentilizia e successivamente in un monastero. La sua nascita  risale circa al 899 d.C. anno in cui l’ imperatore longobardo Berengario ordinò la costruzione di più castelli per difendere la popolazione dalle incursioni barbariche. Attualmente il complesso è la residenza della famiglia Tedeschi – Lovisatti; per quanto riguarda gli edifici che furono la casa del gastaldo con annessi rustici (cantina, stalle, torre,  forno per fare il pane…) sono di proprietà delle Cantine Bernardi. Ogni anno alla fine di Ottobre è ancora viva l’usanza di festeggiare la fine dei raccolti con “l’antica sagra del Castelletto” che offre l’occasione per visitare da vicino sia il complesso padronale che l’antica gastaldia, grazie alla disponibilità dei rispettivi proprietari.

Nei pressi dell’antico borgo di Torreglia Alta percorrendo il sentiero Caromatto per pochi metri, si può incontrare Villa Gussoni-Verson. Questa risale al 500 e fu costruita dalla famiglia Gussoni; nei secoli successivi passò a diversi proprietari fra cui Giuseppe Barbieri ( 1774- 1852), che la fece restaurare in quanto, quando la comprò, versava in stato di abbandono, trasformandola in una splendida  villa veneta. Attualmente è della famiglia Verson, acquistata da Enrico Verson che nel 1871 fondò la prima stazione bacologica di Padova. La villa attualmente è visitabile  su richiesta solo esternamente.

Le Targhe Letterarie di Torreglia